Legge Bersani

Legge Bersani

Al momento di stipulare un’assicurazione auto, la classe di merito costituisce uno dei parametri che più influiscono sul premio assicurativo: il sistema bonus-malus, infatti, prevede una scala da 1 a 18 che viene utilizzata per valutare il grado di rischiosità di ogni automobilista.

Conseguentemente: maggiore è la classe di merito, più alto sarà il premio di polizza.

Per chi non è mai stato assicurato, la classe d’ingresso è la 14esima

Fonte: IVASS, Guide Pratiche, L’assicurazione R.C. Auto

Tuttavia esiste un modo per ottenere una classe di merito inferiore e risparmiare così sulla polizza auto.

Questa opportunità è offerta dalla Legge Bersani.

Vediamo adesso nei dettagli le innovazioni introdotte dalla Legge 40 del 02/04/2007

NOVITÀ:

La Legge 40 del 02/04/2007 (Decreto Bersani) consente a colui che entra in possesso di un veicolo aggiuntivo – acquistato o usato – di usufruire della medesima classe di merito maturata su un veicolo di sua proprietà o di proprietà di un suo familiare assicurato.

BENEFICIARI:

Possono beneficiare di questa novità legislativa per i veicoli appena acquistati:

  • coloro che hanno una polizza RC auto in corso di validità e intendono assicurare un ulteriore veicolo usato o nuovo della medesima tipologia
  • il familiare stabilmente convivete proprietario del secondo (terzo, quarto…) veicolo di famiglia

TIPOLOGIE DI VEICOLI:

Autovetture, autocarri, motocicli e ciclomotori: acquistati o usati

ASPETTI DA VALUTARE ATTENTAMENTE PER BENEFICIARE DELL’AGEVOLAZIONE

  • il veicolo da assicurare deve essere della stessa tipologia del veicolo di cui si utilizza l’attestazione dello stato di rischio
  • il veicolo da assicurare è stato appena acquistato nuovo (dopo immatricolazione) o usato (voltura) ed è la prima volta che lo si assicura dopo l’acquisto
  • il proprietario del veicolo da assicurare deve coincidere con il proprietario del veicolo di cui si utilizza l’attestato di rischio o deve essere un suo familiare stabilmente convivente
  • il veicolo di cui si utilizza l’attestato dello stato del rischio deve essere, al momento della stipula del contratto per il veicolo aggiuntivo, circolante e regolarmente assicurato (non deve essere sospeso il contratto assicurativo)
  • l’agevolazione sulla classe di merito non vale se il veicolo di cui si utilizza l’attestazione dello stato di rischio è intestata ad una persona giuridica (es. società)

Per fornire maggiori dettagli sui criteri di funzionamento della Legge Bersani di seguito verranno forniti alcuni chiarimenti ad alcune domande più frequenti:

1. Su quali tipologie di veicoli è possibile applicare la legge “Bersani”?

La legge è applicabile in tutti i casi in cui l’ulteriore veicolo sia delle medesima tipologia di quello assicurato (AUTO – AUTO; MOTO – MOTO). Non è possibile effettuare il trasferimento tra AUTO – MOTO

2. A quali soggetti può essere applicata la Legge Bersani? 

La Legge può essere applicata solo ed esclusivamente alle persone fisiche, sono quindi escluse le società di persone e giuridiche e tutti quelli diversi dalle persone fisiche.

La Legge può essere applicata anche in caso di ditta individuale, qualora la carta di circolazione del veicolo da assicurare riporti come intestatario del veicolo la persona fisica e non la società individuale.

3. Cosa si intende per “familiare convivente”?

Familiare convivente non significa necessariamente parente. Pertanto, la Legge Bersani è applicabile tra due amici, tra due conviventi more uxorio, tra due parenti (es. zia e nipote) purché ricadano nello stesso Stato di Famiglia. E’ opportuno rilevare che le persone che hanno la medesima residenza compaiono automaticamente nel medesimo Stato di Famiglia.

4. Se il proprietario dell’ulteriore veicolo possiede più di un veicolo o se nel nucleo familiare stabilmente convivente risultano più veicoli già assicurati a quale attestato di rischio occorre fare riferimento per l’assegnazione della classe CU ?

Nel caso di più veicoli già assicurati di proprietà della stessa persona, la classe di merito da assegnare all’ulteriore veicolo acquistato sarà la più favorevole tra quelle risultanti dalle attestazioni di rischio disponibili.

Nel caso in cui il nuovo veicolo sia di proprietà di un componente stabilmente convivente del nucleo familiare (risultante dal certificato di stato di famiglia rilasciato dal proprio comune) che non abbia già assicurato alcun veicolo, per la garanzia RCA sarà applicata la classe di merito più favorevole tra quelle risultanti dalle attestazioni dello stato di rischio disponibili nel nucleo familiare.

5. In caso di sinistro viene penalizzata l’autovettura da cui ho ereditata la classe di merito (c.d. “auto di origine)?

Applicando la Bersani questa ipotesi non si verifica. Difatti, la procedura applicata con la Bersani è finalizzata unicamente al trasferimento della classe di merito. Il veicolo ricevente (nuovo o usato) ed il veicolo da cui viene ereditata la classe di merito sono completamenti scollegati l’un dall’altro. 

6. La Legge Bersani è utilizzabile soltanto una volta?

No, la Legge Bersani non ha limiti di utilizzo e, ogni qualvolta entra un nuovo veicolo nel tuo Stato di Famiglia, puoi utilizzarla.

 

Autore articolo
Paolo Pastore