FOCUS: POLIZZA DONAZIONE (tutela circolazione beni donati)

La circolazione dei beni donati rappresenta una problematica che ha acquistato nel corso degli anni un certo rilievo in considerazione, soprattutto, dei riflessi e delle conseguenze che le norme civilistiche determinano sul transito dei beni oggetto di donazione. La tutela della “legittima”prevista dal nostro ordinamento, infatti, rappresenta un ostacolo alla libera circolazione degli immobili di provenienza donativa difficile da aggirare con normali stratagemmi civilistici. Ad oggi, l’unica alternativa sicura, veloce e risolutiva risiede in una specifica polizza assicurativa.

(altro…)

LA LEGGE GELLI 8 marzo 2017, n. 24 E I NUOVI PROFILI DI RESPONSABILITA’ SANITARIA

La Legge 8 marzo 2017, n. 24 (detta Legge “Gelli” dal nome del suo relatore alla Camera, Federico Gelli), si colloca cronologicamente in un processo di “rinnovamento” normativo che era stato tracciato in parte dalla legge c.d. Balduzzi (d.l. 13 settembre 2012, n. 158, convertito in legge 8 novembre 2012, n. 189). La Legge del 2017, infatti, ha cercato di mettere in campo soluzioni atte a risolvere, soprattutto, il problema dell’eccesso di “denunce” a carico dei medici ma, soprattutto, argine l’annoso problema determinato dalla c.d “medicina difensiva”. Ma che cos’è esattamente la c.d. “medicina difensiva”. Con il termine “medicina difensiva” si indica la pratica dei medici volta a evitare possibili azioni legali di responsabilità, conseguenti al proprio operato.

(altro…)

ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DEGLI AVVOCATI: GUIDA PER GLI ADDETTI AI LAVORI (avvocati e non)

Con la pubblicazione in G.U. (serie gen. 11 ottobre 2016, n. 238) del Decreto del Ministero della Giustizia 22 settembre 2016 (rubricato “Condizioni essenziali e massimali minimi delle polizze assicurative a copertura della responsabilità civile e degli infortuni derivanti dall’esercizio della professione di avvocato”) è diventato attuale l’obbligo degli avvocati di munirsi dell’assicurazione per i rischi legati all’attività professionale, a pena di incorrere in illecito disciplinare, introdotto dall’art. 12 della L. 31 dicembre 2012, n. 247, legge di riforma della professione forense.

(altro…)

RC AUTO COPRE ANCHE IL DANNO AL VEICOLO FERMO IN UN PARCHEGGIO

Nell’ambito della Responsabilità civile auto, i dubbi interpretativi che disciplinano tale materia sono molteplici. Difatti i casi concreti e pratici che necessitano chiarimenti normativi sono all’ordine del giorno, specie in un ramo assicurativo (RC Auto) soggetto a un’incessante produzione giurisprudenziale. Fatta questa premessa, prendiamo in considerazione un caso concreto che ha necessitato l’intervento della Corte di Giustizia (sentenza del 15 novembre 2018, C-648/17): che cosa accade se il passeggero di un veicolo fermo in un parcheggio, nell’aprire la portiera, abbia urtato un’autovettura parcheggiata accanto a quella del danneggiante?

(altro…)

RC Professionale: Retroattività e Postuma decennale

Nel contesto sociale odierno essere muniti di un’efficace polizza assicurativa contro i rischi professionali è di fondamentale importanza per poter svolgere la propria professione in piena tranquillità. Per il professionista è altrattanto importante comprende le principali caratteristiche tecnico-giuridiche su cui si basano le polizze assicurative per la responsabilità civile professionale. A tal riguardo, occorre focalizzare l’attenzione su due importanti garanzie assicurative: la c.d. EFFICIACIA RETROATTIVA  e la c.d. EFFICACIA ULTRATTIVA O GARANZIA POSTUMA
(altro…)

RC Auto, validità del certificato ass.vo in formato digitale

In sede di controllo, può essere esibito agli organi di polizia stradale anche un certificato di assicurazione in formato digitale o una stampa non originale del formato digitale stesso, senza che il conducente possa essere sanzionato per il mancato possesso dell’originale del certificato di assicurazione obbligatoria, ai sensi del combinato disposto dell’art. 180, co. 1, lettera d) e art. 180, co. 7, Cds o senza che, ai sensi dell’art. 180, co. 8, Cds., possa essere richiesta la successiva esibizione di un certificato originale in formato cartaceo.

(altro…)

IL COLPO DI FRUSTA VA RILEVATO CON LA RADIOGRAFIA

La legge sulla concorrenza (124/2017) ha voluto ribadire un principio generale oramai cristallizzato all’interno dell’art.139 del Codice delle Assicurazioni Private: le lesioni di lieve entità (es. colpo di frusta),che non siano suscettibili di accertamento clinico strumentale obiettivo, ovvero visivo, con riferimento alle lesioni, quali le cicatrici, oggettivamente riscontrabili senza l’ausilio di strumentazioni, non possono dar luogo a riscarcimento per danno biologico permanente.

(altro…)